Ed è un piacere farvi un piccolo resoconto della seconda tappa della Coppa Italia Urban Downhill che si è tenuta a Mondovi.

 

Gamma Foto_003 (1)

Gara ed organizzazione al top hanno reso questa mia seconda vittoria stagionale ancora più emozionante

Qui di seguito potrete vedere il comunicato stampa su Mtb Mag

https://www.mtb-mag.com/carlo-gambirasio-e-rosaria-fuccio-si-impongono-alla-urban-di-mondovi/

Prossimo weekend, grande appuntamento al Mottolino per un Gamby Camp

A presto

Gamby

Lo scorso weekend, insieme agli amici di @Roveta Trail Center e Francesco Blunda abbiamo organizzato per la prima volta un Gamby Camp enduro sui magnifici trails fiorentini.

DSC_0013

Sono stati 2 giorni di puro enduro con risalite pedalate ed esercizi volti a migliorare le capacità dei corsisti.

Temperature primaverili hanno fatto da contorno allo splendido weekend

Personalmente sono rimasto positivamente sorpreso e colpito dai numerosi trails della zona e dalla cura e pulizia degli stessi.

DSC_0070

Di seguito alcuni commenti ad Hoc sotto forma di pagelle per trovare spunti e miglioramenti da mettere in pratica nelle prossime uscite:

Francesco Blunda:

Impostazione e velocità vanno bene, ora devi lavorare e concentrarti affinchè la tua guida sia più pulita senza MAI perdere il controllo della bici o trovarti in situazioni rischiose. Sicuramente la scelta delle traiettorie corrette ti può aiutare in questo compito, i percorsi vanno interpretati e non subiti

 

Frodo:

Ho notato netti miglioramenti rispetto alle prime discese di sabato mattina. Devi lavorare e concentrarti affinchè la corretta impostazione che riesci a tenere nei tratti più semplici non si modifichi quando il trail diventa più difficile o aumenta la velocità. 2 errori comuni che devi cercare di migliorare sono le braccia sempre larghe ed il sedere in fuori

 

Enrico:

Stesso discorso fatto per il tuo fedele assistente Frodo vale anche per te per quanto riguarda i miglioramenti, sabato mattina eri piuttosto rigido e con il passare del weekend e qualche hambuger di soia vegan ho notato molti miglioramenti. L’impostazione è buona cosi anche la tua confidenza con il mezzo. Importante è concentrarsi di più su traiettorie e movimento delle gambe per assorbire il terreno ed evitare di saltellare come una cavalletta quando il sentiero diventa impegnativo

 

Matteo:

In soli 2 giorni sei passato da essere in balia del mezzo ad una guida attiva della bicicletta, complimenti! L’attacco manubrio più corto sicuramente ti ha aiutato e credo che se riesci a trovare qualcosa di più corto ti sentirai ancora meglio. Mi raccomando, gambe e braccia sempre morbide e dosa bene i freni prima dei tratti ripidi in modo da non arrivare con i pesi sbagliati. Un allenamento tipo pump track potrebbe aiutarti a scioglierti nei movimenti

 

Daniele:

Notevoli miglioramenti ma ancora tanta insicurezza e paura. Nel 90% dei casi si tratta di insicurezza non dovuto ad una reale difficoltà nel tracciato ma semplicemente ad un blocco psicologico magari causato da cadute precedenti. Devi ricordarti sempre che se mantieni l’impostazione corretta e rimani in piedi sulla bici tutto diventa più facile ed una volta passato l’ostacolo dirai…beh, era una cavolata

 

Gabriele:

Con la bici riesci a fare tutto quello che vuoi, dalle traiettorie alle curve. L’impostazione corretta con le gambe distese però è il tuo punto debole che ti limita molto nella tua azione. Nonostante tutto devi cercare di sforzarti per tenera la corretta impostazione (non solo affinchè le foto vengano meglio :) e scendere più in sicurezza. Devi impegnarti a correggere l’impostazione e per farlo devi rallentare per qualche uscita il tuo ritmo e concentrarti solo sulla tua impostazione in bici.

 

Christian:

Impostazione è ottima, cosi come la tua capacità di guida, ora se vuoi fare un salto in avanti devi concentrarti su traiettorie e di conseguenza anche la velocità arriverà, impara ad essere più fluido nella guida e più pulito nella azione. Dove è dritto e liscio i freni si possono mollare, meglio lì che in curva dove la scivolata o la caduta sono dietro l’angolo.

 

Marco:

2 cose fondamentali: Gomiti larghi e meno movimenti superflui sulla bici, vedrai che se riesci a mantenere la calma ed i gomiti larghi tutte le cose ti sembreranno più facili

 

Francesco di Luciano:

L’impostazione è molto importante e pertanto gomiti larghi e sedere in fuori sono alla base di ogni cosa. I salti e tutto il resto verranno da se, mi raccomando non farti mai portare dalla velocità ed appena capisci di non avere il 100% del controllo del mezzo frena!!

DSC_0143

 

Detto questo…gonfiate le forcelle e ci si vede presto

 

Gamby

 

 

Buon 2018!!

Come avrete già visto dai social network e dalle mie ultime foto su Facebook dopo 2 anni passati a gareggiare con i colori Rose Bikes,  per il 2018 avrò l’onore di usare i gioielli di casa Trek.

Infatti saranno la Slash 29 e la Session 29 i 2 mezzi che utilizzerò per questa stagione.

26233401_899018803604088_7543163957717911894_o

Ho iniziato da poco ad usare la Slash e devo dire che le prime impressioni di guida sono a dir poco eccezionali.

Un mezzo stupendo sotto ogni punto di vista, dall’agilità in curva alla stabilità nei pezzi sconnessi tenendo in considerazione che è uuna bici estremamente leggera e facile da pedalare in salita.

State sintonizzati per le prossime news

A presto

 

Gamby

 

Ed eccoci arrivati all’ultima gara della stagione e come successo negli ultimi 2 anni la mia stagione si è conclusa a Sanremo.

Negli ultimi 2 anni avevo raccolto 2 secondi posti, quest’anno sono sceso sul gradino più basso del podio ma a vincere è stato il fortissimo rider transalpino Florian Nicolai. Onore al merito.

Di seguito trovate il comunicato stampa su Mtb Mag

https://www.mtb-mag.com/florian-nicolai-vince-la-night-urban-downalley-di-sanremo/

 

Stay tuned perchè ci sono troppe novità per il 2018…si cambia marchio di bici…

 

Gamby2 (2)

Ed ecco finalmente la mia intervista (tradotta in spagnolo) sul WebMag

Pila_2017_Gamby_001

https://www.facebook.com/EndurerosPorElMundo/?hc_ref=ARRcJ-KcSsdi9JbpHjpNVpjJ6HSqXaJ_Otjb_sbwDFyKj67K8XFROHfIt71LZVRx-xI

 

e qui la versione sul loro sito Internet

https://endurerosporelmundo.com/2017/10/05/rider-del-mes-octubre-carlo-gambirasio/

Buona lettura

 

Gamby

Ed anche quest’anno sono riuscito ad ottenere uno splendido secondo posto alla Urban DownAlley di Imperia.

21688021_1966166530319119_6740124508140706558_oIl rammarico per non aver portato a casa la vittoria è alto anche perchè sono stati solo 3 i decimi che mi hanno separato dal vincitore

Ora un bel Gamby Camp a Caldirola durante il fine settimana e poi si guarda avanti per l’ultima tappa a Sanremo

 

A presto

 

Gamby

 

 

Eccomi nuovamente in sella per riprendere il circuito di Gravitalia dopo una breve pausa.

Pila_2017_Gamby_006

Domenica scorsa infatti è andata in scena la tappa di Pila. Era dal lontano 2012 che non percorrevo quei magnifici sentieri ma sono bastate poche discese per riprendere feeling con la location

Qui di seguito troverete il Gamby Report su Mtb Mag

https://www.mtb-mag.com/gamby-report-gravitalia-pila-rd3/

Ora qualche giorno di riposo per riprendersi dal mal di schiena e poi 2 appuntamenti di fila. Nazionale DH a Prali e Gamby Camp a Pian del Poggio.

Pila_2017_Gamby_002

Si ringrazia ovviamente Alex Luise per le foto

Stay Tuned

 

Gamby