Questo weekend  il Gamby Camp è approdato in una delle località principali del gravity in Italia : Finale Ligure.

foto2

Nel ultimi anni Finale Ligure è stata una delle località liguri che più ha creduto nel turismo in mountain bike e devo dire che questo investimento sta iniziando a portare i suoi frutti. Durante i weekend invernali Finale è diventata una meta fissa per dhiller ed enduristi provenienti da tutto il nord Italia, un modo per raidare con temperature 10-15 gradi più alte rispetto a Milano e Torino e trovare sentieri ben tenuti e di tutti i tipi.

Il gruppo di questo weekend è stato a dir poco fantastico anche se un ringraziamento particolare va a Giuliano , in arte Giulian Hop che è venuto appositamente dalla lontanissima Caserta per partecipare al corso.

Giulian Hop ha promesso che nel giro di 1 mese monterà un video trailer del corso con alcune riprese fatte dalla sua Helmet Cam!!

foto1

 

Di seguito i consigli ad hoc a ciascun corsista :

Juri : Gambe morbide, spingi con le gambe per finalizzare sto benedetto Bunny Hop, guai a te se ti vedo un’altra volta con l’elastico della maschera messo storto o l’aletta del casco abbassata…..il resto complimenti

Enrico : concentrati sempre , non spostarti mai troppo indietro, rimani sempre bello centrale raddrizza le gambe tenendo le ginocchia strette, a metà stagione scambia la prossima bici L di Andrea con la tua M e sarai un pro

Stefano : l’impostazione c’è ed è perfetta, ammortizza bene gli atterraggi e perfeziona il bunny hop…lavora molto sulle traiettorie, è ora di cambiare i pedali però

Andrea : come dico spesso sono tutti bravi ad andare veloce ma l’occhio e lo stile hanno la loro parte….aspetto a breve foto su facebook con completo blu scuro e maglia rossa in tinta con la mia bandana! notevoli miglioramenti nel weekend, non distrarti mai e non farti portare dalla bici, sii sempre tu a guidarla e tieni morbide ste gambe….anche i tuoi pedali non sono granchè

Mauro : Sinceramente fare quello che hai fatto con il frontino non è da tutti e rende già l’idea del tuo miglioramento, sempre in sicurezza, ora puoi iniziare a concentrarti su tratti per migliorare la velocità e limare secondi. Le traiettorie sono il tuo prossimo step

Federico :  ti sei ambientato velocemente al gruppo e nel corso della giornata hai migliorato molto lo stile nonostante la tendenza ad invertire i piedi e non tenerli paralleli!!! bah….chi te lo avrà messo in testa?? gomiti sempre larghi e gambe morbide che assecondano il terreno!!quando sei a casa e non ti vede nessuno esercitati un pò sul bunny hop

Emanuele : Hai dovuto stravolgere la tua posizione e sei passato da essere sempre seduto sulla sella ad essere sempre in piedi reattivo….quindi tanto di cappello!ora non perdere mai la concentrazione e sforzati a rimanere composto…..prossimo step saranno le traiettorie

Giuliano : the last but not the least ,  sicuramente avrete un modo in dialetto per dire la stessa cosa…..ho provato a cercare su google ma non l’ho trovato…..Giulian hop a parte hai fatto notevoli miglioramenti, stai sempre attento a guidare la bici e non farti guidare, non voglio più vederti inchiodare di traverso e non distrarti!! sempre concentrato ed in posizione!!Se diminuisci anche la quantità di sigarette giornaliere sei quasi un atleta

L’appuntamento con il prossimo Gamby Camp è per l’8-9 marzo a Portofino e Sestri Levante….

image

 

Carlo

6 thoughts on “Primo camp a Finale Ligure

  1. Carlo, cosa posso dire? Grazie per la simpatia, la pazienza, la gentilezza, la chiarezza, l’entusiasmo, l’esempio, lo stile. Ho letteralmente decuplicato la voglia di andare in bici. Anche se ho ancora molta strada da fare, ora so con esattezza da che parte andare, e non è poco.
    Un abbraccione, alla prossima
    Andrea

    Reply
  2. Grazie Carlo per un week-end bellissimo !!
    Il corso e’ stato davvero interessante e utile, ottima la compagnia e il resto lo ha fatto Finale con i suoi splendidi trail e un sole magnifico.
    Ci vediamo a Santa Margherita !!

    Reply
  3. Ciao Carlo. In poco più di cinque ore hai innescato un radicale reset del mio stile di guida. Grande! E’ proprio quello che ci voleva per affrontare la prossima stagione enduro con un po’ più di manico! Grazie, un saluto anche ai simpaticissimi “fratelli del camp”… Alla prossima, sicuramente,
    Fede

    Reply

Leave a reply to Federico Rossi Annulla risposta

required

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>